(Foto dal web)

In questo articolo abbiamo visto insieme che la colonna ha delle curve naturali – concave o convesse – nei tratti cervicale, dorsale, lombare e sacrale, e che queste curve servono per sostenere il peso del corpo e permetterci di svolgere movimenti e attività.

La scoliosi è una curva di diverso tipo che si manifesta con una flessione laterale o una rotazione dei corpi vertebrali; può avere forma di una C o di una S, e accompagnarsi al “gibbo”, un piccolo rigonfiamento nella zona dorsale, creato dalla spinta delle vertebre verso un lato.

Tipologie e cause della scoliosi.

I diversi tipi di scoliosi prendono il nome dalle diverse parti della colonna in cui si collocano, e si dividono quindi in:

– lombare

– dorso-lombare

– dorsale

– cervico-dorsale

In generale si forma una sola curva laterale, il cui effetto è una asimmetria evidente nel corpo, a livello delle spalle o delle anche. In alcuni casi le curve presenti sono due, una nella parte alta e una nella parte bassa della colonna, e si parla in questo caso di “scoliosi a S italica“.

Spesso si pensa che la scoliosi sia causata da una scorretta distribuzione dei pesi sollevati o da posture sbagliate, ma nella maggior parte dei casi non è possibile individuare una causa certa – e si parla per questo di scoliosi “idiopatica” (senza una diagnosi determinata).

Le condizioni che provocano la scoliosi possono essere:

– condizioni neurologiche

– anomalie o malformazioni congenite della colonna

La scoliosi può essere presente da giovanissima età, ma spesso viene diagnosticata durante l’adolescenza, il periodo massimo di crescita della colonna (tra i 10 e i 14 anni di età). La sua presenza non si accompagna di solito a dolore, ma può manifestare difficoltà nel restare seduti, difficoltà respiratorie, compromissione nel movimento degli arti e nella deambulazione.

La progressione di ogni scoliosi va osservata singolarmente nel paziente, e solo nei casi più gravi richiede un intervento chirurgico. Più spesso si usano dei busti più o meno rigidi per riallineare le vertebre lungo la linea verticale. La scoliosi può modificare la sua progressione dopo la crescita, e va monitorata e osservata sul lungo termine.

Pilates per la scoliosi.

Ancora prima di avvicinarsi al Pilates, è necessario avere un quadro preciso della scoliosi e sentire il parere del medico curante.

Per quanto non sia risolutivo, il Pilates può però fornire un valido supporto per mantenere la colonna mobile e flessibile, per conservare il raggio di movimento della colonna vertebrale e del torace. Un programma mirato insegna a rilassare le parti contratte della muscolatura paravertebrale, ad aumentare la consapevolezza degli allineamenti e a rinforzare i muscoli profondi che supportano e mobilizzano la colonna. Il movimento controllato e consapevole può essere utilizzato efficacemente per prevenire la progressione della scoliosi nei bambini e negli adulti.

Se l’obiettivo primario del Pilates è quello di lavorare in modo globale tutto il corpo, in caso di scoliosi è opportuno dedicare particolare attenzione ai muscoli del tronco (oltre ai glutei), che supportano e riallineano la colonna e permettono una migliore postura. Sappiamo bene quanto il “corsetto muscolare” che fascia la zona bassa della colonna sia importante per il sostegno e lo scarico del tratto lombare.

Nel programma di Pilates dedicato alla correzione della scoliosi può essere utile concentrarsi su:

pavimento pelvico e trasverso dell’addome –  qui di seguito trovi un video presente sul canale YouTube, che lavora su questa muscolatura profonda.

 

 

estensori della colonna e dorsali –  anche in questo caso indico una sequenza che si concentra sul rinforzo della catena muscolare posteriore.

 

 

Il consiglio è quello di essere seguiti da un professionista, che scelga gli esercizi e le modifiche strutturando entrambi in base alle caratteristiche del cliente.

La mobilità della colonna e la forza muscolare sono elementi fondamentali non solo per chi ha una scoliosi, ma per chiunque voglia avere un corpo sano, e mantenerlo tale nel tempo.

Come diceva Joseph Pilates in una delle citazioni a lui attribuite:

“Hai solo una colonna vertebrale: abbine cura”

_______________💙_______________

 


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.