(Foto dal web)

Una delle frasi che mi dico più spesso è ” usa le condizioni in cui ti trovi” o anche “di necessità virtù”. L’esperienza mi dice che è un buon modo per cambiare prospettiva rispetto a ciò che mi trovo davanti, per trovare potenzialità anche dove all’apparenza c’è solo un muro. E’ l’insegnamento più positivo che porto con me dagli ultimi tempi.🙂

Quasi due anni fa ormai, quando è stato chiaro che andare in studio non era possibile e che si sarebbe dovuto trovare un metodo alternativo per seguire i clienti nei loro allenamenti, si sono aperte diverse strade. E nella mia testa si trattava di progetti a lungo termine, oltre che vere e proprie misure di emergenza.

Non ho voluto iniziare subito con le classi su Zoom come stavano facendo i miei colleghi insegnanti, ma mi sono concentrata sul canale Youtube, che era un mio sogno da diverso tempo. Ho cominciato a registrare e pubblicare dei video che fossero accessibili a tutti, a chiunque nel mio Paese stesse affrontando come me quella strana e forzata clausura. Così è nato uno spazio comunitario che cresce anche mentre scrivo, che mi motiva e mi gratifica, che crea contatti tra persone lontane e che in circostanze diverse non si sarebbero mai incrociate.😍

Poi ho sentito la necessità di seguire in diretta i miei clienti, di poterli vedere e correggere durante l’esecuzione degli esercizi, di poter chiacchierare prima e dopo la lezione, di condividere un momento di scambio che ci fosse in qualche modo familiare. Così ho aperto le classi su Zoom, di cui adoro la modalità “specchio”, in cui si può scegliere di vedere il proprio riquadro e quello dell’insegnante insieme, per avere oltre a quello dell’insegnante un auto controllo sulla propria posizione ed esecuzione in modo costante.

 – Dotazione tecnica.

All’inizio di questo percorso nel mondo online è stata chiara la necessità di fornirsi di strumentazione tecnica adeguata per le classi: una webcam di buona qualità, una connessione stabile, una piattaforma che permettesse l’accesso a tante persone contemporaneamente. Ricordo di avere tenuto d’occhio le oscillazioni di prezzo di webcam e portatili per diverso tempo, prima di fare acquisti,  le impennate perchè tutti stavano cercando la stessa cosa, con la stessa necessità.

Per i clienti la sfida è stata non solo dotarsi di mezzi adeguati, ma anche – e forse soprattutto – ritagliare uno spazio in casa che fosse adatto alla pratica di Pilates. E non sempre è stato facile riadattare i ritmi di lavoro e gestione della famiglia per inserire anche il tempo per allenarsi.

Ho apprezzato infinitamente che tantissimi abbiano trovato, magari per tentativi, una soluzione ottimale anche nella situazione fuori dal comune. Tra i miei clienti c’è persino stato chi è riuscito a fare tre lezioni settimanali, addirittura più che in studio e nonostante una iniziale dichiarazione di avversione alla modalità online.😍

Per tanti la giornata comprendeva già un numero consistente di ore passate davanti al computer, magari usando la stessa applicazione usata per le lezioni di Pilates. Però credo che molti abbiano sentito il bisogno di muoversi e di liberare le energie, dopo ore di immobilità.

Per molti è stata anche questione di reperire un tappetino per allenarsi, e i piccoli attrezzi sono stati sostituiti da bottiglie d’acqua, latte di fagioli, cuscini e asciugamani.😎

(Foto dal web)

 – Pro e contro dell’allenamento a casa (secondo me).

Chi ha deciso di allenarsi in modo completamente autonomo, ad esempio seguendo i video su YouTube, ha scelto di infilare gli allenamenti dove fosse possibile nel proprio programma settimanale. Ha scelto la flessibilità e la possibilità di scegliere quale allenamento, di che durata e quando eseguirlo. C’è chi ha scelto di allenarsi presto la mattina, prima del risveglio di tutta la famiglia, e chi la sera, quando la giornata di lavoro era finita.

Chi si è iscritto alle lezioni via Zoom invece ha scelto di darsi un planning di allenamento più definito, e ha organizzato la propria settimana per permettersi una o due ore tutte per sè. In questo caso il vincolo del giorno e dell’orario fissi si accompagna a una modalità in cui l’insegnante è presente insieme agli allievi e li conduce attraverso le varie fasi dell’allenamento, potendo correggere posizioni di partenza, allineamenti ed esecuzione degli esercizi.

Su Zoom sembra proprio di entrare in una stanza piena di persone che si conoscono; si possono scambiare due chiacchiere prima e dopo la lezione – e trovo che questo fosse un dettaglio non trascurabile quando non era possibile uscire di casa se non per urgenze. E’ sempre bello sentire un “come stai”, poter condividere qualcosa che è motivo di frustrazione o preoccupazione. E ho sempre notato che a fine lezione i sorrisi sono più “sinceri” che all’inizio, qualche tensione si  allenta, qualche pensiero negativo svanisce e c’è più posto per il buonumore.😃

L’unica vera e irrimediabile mancanza dell’allenamento online è stata quella dei grandi macchinari – Reformer e Chair nel mio caso – che rendono il lavoro più intenso, danno supporto alle nostre zone deboli e ci sfidano in modo sicuro. Per quanto mi riguarda, però, ho riscoperto il valore di un allenamento che usa il peso corporeo, la forza di gravità, che ha bisogno solo dello spazio di un tappetino per realizzare la sua magia. E ora che continuo a creare video, per Nuvola e per YouTube, mi rendo conto di quante siano le possibilità del Matwork, di quante fusioni siano possibili, di quante varianti possa avere uno stesso esercizio. E’ esaltante esplorare il movimento in questo modo.

– Lontani ma vicini.

Ora che è stato possibile riaprire i luoghi in cui allenarsi in presenza, non ho smesso di seguire la comunità che si è creata online. Continua a crescere, e il mio pensiero va spesso a quel primo gruppo di persone che ha condiviso senza conoscersi uno stesso spazio, inseguendo un momento di evasione, una coccola per sè, una salute mentale che sembrava vacillare. Sono grata infinitamente a tutte le persone che mi hanno seguita e a chi continua a farlo. 🥰

Perchè, come mi dicevo all’inizio, il mondo online non si esaurisce alla fine della pandemia. Le nostre vite sono cambiate, e per tanti le lezioni online sono diventate uno spazio e un momento irrinunciabili della giornata.

Da quando ho aperto il canale, abbiamo fatto un sacco di “cose” insieme:  una sfida di 6 giorni per i glutei, una sfida di 6 giorni per gli addominali, un calendario dell’avvento in cui ci siamo allenati insieme ogni giorno per 24 giorni, abbiamo raccolto una cifra pazzesca per sostenere Cat Village!!!😍😍😍 E non vedo l’ora di fare ancora tantissimi progetti e sfide insieme, anzi, sono già all’opera. ti aspetto per realizzarli insieme.😎

________________________________________________

E tu? Qual è stata la tua esperienza con le lezioni online? Hai scelto un metodo che ti permettesse libertà totale o di essere seguito in diretta da un insegnante? Sei tornato di corsa in studio appena è stato possibile?😝

💙💙💙


16 commenti

Christine · 15 Febbraio 2022 alle 09:20

Da ormai più di 2 anni seguo i tuoi video su YouTube. La mattina, prima di colazione, rileggo le tue playlist velocemente e in base all’umore del giorno e al mio stato fisico (sai, ho 67 anni e a volte mi capita di alzarmi meno in forma) scelgo la durata e i tipi di esercizi. Mi piace potere trovare allenamenti soft, stretching, esercizi senza alzare il collo, impossibile rinunciare per nessuna scusa! Grazie mille Silvia, sei molto preziosa.

    Silvia · 15 Febbraio 2022 alle 16:05

    Grazie Christine per avere condiviso la tua esperienza!! É proprio così che speravo sarebbe stato usato il canale. Usando i video secondo le proprie esigenze e ogni giorno in modo diverso. Grazie a te per la tua costanza, avanti così!! 😍😍💙💙 Silvia

    Cristina · 15 Febbraio 2022 alle 18:54

    Durante il periodo di lockdown ho curiosato su internet e ti ho incontrato. Ti seguo da circa un anno ormai è sono entusiasta. Pratico pilates ogni giorno, ad orari diversi, poiché non sopporto la routine . Trovo che la pratica on line sia x me la migliore soluzione: sono a casa mia, pratico tutte le volte che mi va e mi va tutti i giorni! e poi mi pare di essere seguita personalmente da te in casa mia, poiché sei precisissima, spieghi molto bene e si vede che ami ciò che fai poiché trasmetti questa passione. Per quanto mi riguarda sto entrando in un mondo sconosciuto che mi appassiona. GRAZIE SILVIA🥰

      Silvia · 15 Febbraio 2022 alle 19:23

      Che bello Cristina!! Grazie per avere condiviso il tuo pensiero! Capisco bene la gioia di allenarti quando vuoi e dove vuoi. Dopotutto Pilates si può fare dovunque e solo con un tappetino e lo spazio adatto. Bello che tu stia scoprendo questo bellissimo mondo, che sono sicura ti darà grandi soddisfazioni. Un abbraccio!!! 😘😘💙💙 Silvia

    Barbara · 16 Febbraio 2022 alle 11:55

    Sei ,cara Silvia ,il mio momento ,mio mio da condividere con te che mi insegni e il mio corpo e la mia testa che imparano cose nuove, perfezionamenti e nuove cose ogni giorno …..grazie di cuore .Sto passando un brutto momento nella vita e averti al mio fianco è davvero un grande aiuto x me ,un amica x la mia testa e il mio corpo …..grazie davvero

      Silvia · 16 Febbraio 2022 alle 14:28

      Ciao Barbara!! Ti mando tanti pensieri positivi e un grande abbraccio!! Grazie per le tue parole.💙 Silvia

Adele · 15 Febbraio 2022 alle 15:53

Non l’avrei mai immaginato, ma anche dopo la fine della pandemia ho continuato con le lezioni on line. Sono felicissima di aver scoperto il tuo canale YouTube ( e pensare che l’ho scoperto solo 5 mesi fa!), ormai per me è diventato un appuntamento fisso. Non ho mai amato Zoom perché ho dovuto usarlo per lavoro e ricordo che agli inizi era poco affidabile riguardo la privacy (ora è migliorato, lo so…).
Capisco il tuo dispiacere di non poter lavorare con il Reformer, ma per chi sta dall’altra parte dello schermo ti assicuro che anche la stability ball o la flex band sono davvero efficaci!! Per il momento continuerò on line, l’unica cosa che farò dal vivo sarà tornare a nuotare: la piscina può essere solo in presenza…
Comunque complimenti davvero perché quelli che fai lo fai con passione, professionalità e competenza, non avrei mai immaginato che il Pilates potesse dare tanti benefici.
Grazie ancora, un abbraccio

    Silvia · 15 Febbraio 2022 alle 16:08

    Ciao Adele!! Grazie per esperti presa il tempo di condividere con noi la tua esperienza. Sono contenta che tu abbia trovato una dimensione che va bene per te e che tu abbia scoperto quanto bene può fare il Pilates. Un grande abbraccio e a presto!! 😘😘💙💙 Silvia

Silvia · 15 Febbraio 2022 alle 16:30

Tante persone pensano che allenarsi online non sia efficace come andare in palestra ed io grazie a te smentisco sempre .per me i tuoi video sono preziosi mi hanno aiutato anche in periodi no della vita .,sia fisicamente che psicologicamente ,un grande grazie

    Silvia · 15 Febbraio 2022 alle 19:25

    Grazie Silvia!! Ci sta un po’ di scetticismo iniziale, ma sono d’accordo con te che tantissime persone si ricredono una volta fatta la prima lezione. 😉 Sono contenta che gli allenamenti ti abbiano aiutata a stare bene mente e corpo. Un grande abbraccio!! 💙💙😘😘 Silvia

      Stefania · 16 Febbraio 2022 alle 09:57

      Ciao Silvia
      Ti ho conosciuta durante il primo lockdown e mi sono trovata benissimo. Poi per motivi di salute l’anno scorso ho dovuto smettere di allenarmi e ho potuto riprendere a gennaio e non mi fermo più.. preferisco le lezioni online perché mi danno la libertà di scegliere quando fare allenamento e scelgo il tipo di lezione a seconda di come mi sento, in questo modo mi sento meno vincolata e riesco a gestirmi al meglio.grazie Silvia perché fai lezioni dinamiche e coinvolgenti . Un abbraccio

        Silvia · 16 Febbraio 2022 alle 11:19

        Ciao Stefania, grazie per avere condiviso il tuo pensiero!! Capisco benissimo la libertà di scegliere il tipo di allenamento e il momento in cui allenarti. Sono contenta di aiutarti a rendere i tuoi workout efficaci e coinvolgenti!! Un grande abbraccio.💙💙💙 Silvia

Laura · 15 Febbraio 2022 alle 20:04

Ciao Silvia, ti seguo ormai da giugno, data in cui ho iniziato ad avvicinarmi al Pilates. Sono tantissimi anni che non frequento una palestra, almeno 10, prediligendo l’attività all’aria aperta, camminate e giri in bici. Ma poi ho scoperto te ed è stato amore a prima vista e sarò sincera, non sono stata mai tanto costante nella pratica di una disciplina. L’unica cosa che a volte mi manca, seguendoti su Youtube, è un tuo controllo diretto delle posizioni. Per il resto continuerò a seguirtiiiiiii. Tornando al principio del tuo articolo, condivido a pieno il detto ” di necessità virtù” e sono fermamente convinta che da ciò che a prima vista può sembrare negativo o impeditivo spesso e volentieri si possono aprire porte e spiragli che neanche ci sognavamo. A me è accaduto con la perdita del mio primo importante lavoro di 10 anni poichè non venivo pagata e da cui ho dovuto licenziarmi….ebbene ho aperto gli occhi, ho iniziato a studiare per dare seguito a ciò che volevo portare avanti nella vita. Un abbraccio grande e ci vediamo sul tappetino😂😂😂. Ho fatto mia questa tua frase, la adoro. A presto!

    Silvia · 15 Febbraio 2022 alle 20:53

    Ciao Laura!! Che bello leggerti! Mi interessa molto sapere come chi mi segue si è avvicinato al Pilates e che altre attività affianca. Capisco la mancanza del controllo diretto sulle posizioni. Se dovessi avere tempo libero il giovedì sera ore 19 io faccio una lezione in diretta su Zoom, quando vuoi unisciti!! Mi spiace per il tuo lavoro ma come si dice…”chiusa una porta”….sono contenta che tu ti sia dedicata a ciò che volevi fare. Ti mando anch’io un grande abbraccio e a presto!!!💙💙💙 Silvia

      Laura · 15 Febbraio 2022 alle 23:50

      Non mi dispiacerebbe provare, ma come funziona?

        Silvia · 15 Febbraio 2022 alle 23:56

        Ti rispondo per email Laura. 💙

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.