Ad un primo sguardo potrebbe sembrare uno strumento di tortura…😜 In realtà la Cadillac è una delle macchine “magiche” inventate da Pilates per recuperare gli infortuni e fortificare tutto il corpo. Meno popolare del Reformer, è un attrezzo che offre grande varietà di allenamento e una serie di esercizi creati apposta per la sua struttura.

Se il Reformer si fa amare fin dal primo sguardo, direi che l’amore per la Cadillac nasce quasi in sordina e cresce con la padronanza che si ottiene gradualmente del proprio corpo e della macchina in sè. Richiede solo più costanza e pazienza.

 – Che cos’è la Cadillac.

Sembra che il nome “Cadillac” sia stato dato negli anni ’40 da un cliente di Joseph Pilates a uno dei lettini strutturati da Joe per riabilitare i clienti con problematiche particolari. Pilates aveva dedicato a questi clienti uno spazio riservato, con macchinari più accessibili degli stessi Reformer.

La Cadillac era in particolare una sorta di letto a baldacchino, composta da un lettino sovrastato da strutture metalliche a cui erano appese molle per lavorare braccia e gambe, e barre per lavorare sull’articolazione della colonna.

Se il modello di auto prodotto da General Motors era considerato espressione di lusso per eccellenza e pubblicizzato con lo sogan: “il meglio del meglio”, la Cadillac di Joseph Pilates sembrava naturalmente meritare la stessa definizione.

Che l’origine del nome sia mito o realtà, questo lettino alto ed elevato rispetto al pavimento – paragonabile come comfort all’auto dallo stesso nome – era perfetto anche per persone avanti con l’età, per cui poteva essere difficoltoso sdraiarsi a terra sul tappetino.

L’altezza della Cadillac rendeva più semplice anche all’insegnante supportare il cliente durante l’esecuzione degli esercizi.

Il concetto all’origine della creazione della Cadillac era che un semplice letto di ospedale potesse essere trasformato in uno strumento di riabilitazione.

Nel tempo l’aspetto della Cadillac si è evoluto fino a diventare oggi elegante e funzionale. Ne esistono svariate versioni, prodotte da case diverse, ma quello che le accomuna è il sistema di resistenze usate per sfidare e rinforzare la muscolatura.

 – A cosa serve la Cadillac.

Il lettino che fa da base alla Cadillac permette di svolgere tutti gli esercizi del repertorio di Matwork – il vantaggio è una postazione elevata in cui non è necessario sdraiarsi sul tappetino.

Le strutture verticali contengono dei ganci a cui sono appese molle di varie tensioni, collegate a cinghie che possono essere messe ai piedi o tenute in mano e che permettono di migliorare forza e mobilità di braccia e gambe.

La struttura orizzontale che corona il baldacchino permette a sua volta una serie di esercizi in sospensione, sfidanti e divertenti- come quello della foto qui sopra. 😉

La barra “push-through” – letteralmente “spingi attraverso” – facilita alcuni esercizi e rende altri più sfidanti. E’ una barra di metallo fissa che può essere collegata a molle dall’alto e dal basso ed essere usata in diverse posizioni del corpo. Uno degli esercizi più conosciuti è il “teaser” svolto con questa barra.

La barra “roll down” è una barra generalmente di legno collegata a due molle esterne con tiro dall’alto, che viene utilizzata per supportare il peso del corpo durante le articolazioni della colonna – può essere utilizzata ad esempio per compiere un “rollup” facilitato.

Spesso negli studi di Pilates è facile trovare al posto della Cadillac la sola struttura verticale compresa di molle e cinghie (chiamata “vertical frame“, cornice verticale) posizionata a un’estremità del Reformer. La sua presenza amplia il già vastissimo repertorio di Reformer e rende l’allenamento ancora più completo e vario. 😍

– Benefici della Cadillac.

La Cadillac, con la sua commistione di lavoro a corpo libero e l’uso di cinghie e resistenze, offre numerosi vantaggi e benefici. Eccoli.

 1 – Migliora il controllo del propro corpo. Il supporto delle molle crea una gradualità negli esercizi, permettendo l’attivazione progressiva della muscolatura. Uno stessa sequenza può essere semplificata o resa più sifdante dall’uso delle molle e dei piccoli attrezzi del Matwork (cerchio, foam roller, palla).

 2 – E’ un valido supporto per chi fa fatica a sdraiarsi sul tappetino. In circostanze in cui diventa difficile sdraiarsi sul pavimento – con persone avanti negli anni, o in fase di recupero dopo un infortunio o durante le gravidanza, l’altezza del lettino della Cadillac rende accessibili tanti esercizi altrimenti difficoltosi. Permette inoltre anche all’insegnante di seguire in modo più ravvicinato e sicuro il cliente.

 3 – Aumenta forza e flessibilità di tutto il corpo. Il lavoro di resistenze fortifica la muscolatura senza perdere l’allungamento. Come avviene anche sugli altri macchinari – Chair e Reformer – la Cadillac lavora su carichi progressivi e personalizzabili, rispettando le esigenze del singolo cliente. Il supporto delle molle ti renderà capace di eseguire anche movimenti che non pensavi fossero possibili!!!

4 – Usa la gravità per lavorare la muscolatura. La presenza del “baldacchino” e di una barra particolare chiamata “trapezio” permette a chi si allena sulla Cadillac di lavorare sulla forza di gravità e di usarla per acquisire forza e consapevolezza del proprio corpo. Infilando i piedi in due particolari anelli di tessuto “peloso” (i fuzzy straps) è possibile letteralmente “appendersi” alla Cadillac per realizzare una meravigliosa e benefica trazione sulla colonna vertebrale.

E tu? Hai provato a lavorare sulla Cadillac? Qual è il macchinario di Pilates che preferisci e che ti corrisponde di più?😃

💙💙💙


2 commenti

Giancarla Zurla · 23 Luglio 2021 alle 12:08

Ho sempre amato la Cadillac forse più del performer
Dato che abito a Bologna,altrimenti verrei di corsa da te, mi puoi suggerire un valido studio pilates? Finora nessun insegnante mi ha soddisfatta completamente. Grazie Silvia e sappi che ti seguo sempre! Giancarla

    Silvia · 24 Luglio 2021 alle 15:31

    Ciao Giancarla, che bello, mi piace il tuo entusiasmo per la Cadillac!! Capisco che non sia semplice trovare un insegnante adatto a noi e con cui si crei empatia…Molto onestamente non conosco nessuno degli studio di Pilates a Bologna. Ti potrei suggerire di fare qualche prova e di sperimentare personalmente l’ambiente e il tipo di insegnamento…Poi se ti va fammi sapere com’è andata la tua ricerca!! Grazie per seguire il canale, significa moltissimo.🙂🙂💙💙💙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *