” Perchè sei un essere speciale, ed io avrò cura di te” – Franco Battiato

Ho preso due gatti perché mi mancava affondare il naso in una pancia calda e morbida. Da quando Tigro e Frida sono volati in cielo il mio tatto era incompleto e frustrato. Il NON toccare quella consistenza particolare, il non riconoscere il battito e il respiro – e le fusa – sotto le mie mani erano diventati insopportabili.

Ho preso due gatti perché volevo illudermi di capire come sono fatti.  I gatti sono come il mare: gli stai vicino una vita e non riesci a capirli. Ti stupiscono con i gesti più semplici, perché niente è scontato in ciò che fanno; rimane in loro una profonda natura selvatica, l’istinto del cacciatore, la reazione istantanea e non filtrata, eppure ti amano, ti adottano come famiglia e ti accettano con benevolenza.

Ho preso due gatti perché volevo respirare l’aria della savana, osservare l’andatura dei ghepardi e dei leopardi stando seduta sul divano di casa.

Ho preso due gatti perché avevo bisogno di accudire. Di avere qualcuno che avesse bisogno di me. Pensavo che non avere Tigro e Frida mi desse la libertà di andare, girare il mondo, senza pensieri. Ho scoperto che era per me una libertà fittizia, vuota, insensata.

Ho preso due gatti perché casa è più casa se ci sono loro.

Ho preso due gatti perché sono fondamentalmente un’egoista. Ho pensato che volevo dare, dare, dare e invece sono io che prendo tutto il tempo. La loro presenza mi fa un bene che non sono sicura di riuscire a ricambiare.

Ho preso due gatti perché credo nel potere curativo delle fusa, delle carezze, degli occhi negli occhi senza dirsi niente. I gatti sono terapia, rimedio.

Ho preso due gatti perchè per un momento mi sono disperatamente convinta che non invecchieremo, che staremo sempre bene, che non arriverà mai il momento della malattia, del dolore, della perdita.

Ho preso due gatti perché volevo imparare da loro come si apprende dai maestri che dimostrano in modo silenzioso: a stare bene nella mia pelle, a prendermi i miei spazi, a dire di no, ad accettare i miei momenti di follia.

Ho preso due gatti perché i miei occhi avevano bisogno di bellezza, di eleganza, di camminate in punta di piedi, di code dritte e incedere aggraziato.

Ho preso due gatti: volevo una femminuccia tricolore e sono arrivati due maschietti, uno bianco e nero e uno tigrato. Il destino ha scelto di abbinarci in questo modo, e sono sicura che un senso c’è.

Ho preso due gatti, due fratelli, perchè, anche se fosse la proiezione di un comportamento umano in ambito felino, spero che crescano insieme e si cerchino sempre come adesso.

Ho preso due gatti e forse sarebbe meglio dire “ho adottato” due gatti, ma la realtà è che erano già i padroni della mia casa ancora prima di arrivare, erano dentro al mio cuore già da tempo, e so che mi innamorerò irrimediabilmente del loro essere creature misteriose e sfuggenti, che mi lascerò ispirare e stupire ogni giorno della vita che mi resta.

Ho preso due gatti perchè… Ecco qui perchè.💙

 

#gatti #mici #ilovecats #vik #obi-wan #ilovepilates #ilovepilatesarese #blog #articolo #ioamoigatti #lavitaèmiglioreconungatto #duegattisonomegliodiuno


18 commenti

Elena · 26 Luglio 2022 alle 07:53

《Dio ha creato il gatto per procurare all’uomo la gioia di accarezzare la tigre》( K. Lorenz).
È così. Il gatto( è con il gatto) non si discute. Ci si arrende e lo si ama.

    Silvia · 26 Luglio 2022 alle 11:19

    Bellissimo Elena, grazie!😍 Un abbraccio. Silvia

Lucia · 26 Luglio 2022 alle 08:33

Come ti capisco…con noi ,dopo la dipartita della storica Adalgisia,ne vivono 3,maschi,uno adottato con la sorella,poi morta,ed è Valido,un altro arrivato una notte con chiassoso branco e rimasto lì solo a chiamare,ed è Notte,infine uno portato in bocca dal cane del vicino,fortunosamente sfuggito,rintracciato vociante nel mare di spighe del campo d’orzo,ed è Orzo!
Stiamo in campagna,i nostri gatti fanno dentro e fuori,sono di compagnia ed utilità, per i topini che vanno ad infastidire le galline e di cui ogni tanto ci fanno omaggio,ahimè!
Osservare gli animali,tutti ,è una gioia,ho sempre pensato che in fondo il mondo è loro, ché sanno come viverci,mentre noi con tutte le sovrastrutture che ci mettiamo sopra,non sappiamo prenderlo come è e lo roviniamo pure.
Un saluto,Lucia.

    Silvia · 26 Luglio 2022 alle 11:36

    Che bello il tuo racconto Lucia! Grazie! E bellissimi i nomi che avete dato ai vostri mici. Condivido il tuo pensiero, possiamo imparare dagli animali a vivere in modo semplice, perchè in fondo qwuello di cui abbiamo veramente bisogno è poco. La felicità è nelle piccole cose. Un grande abbraccio!!💙 Silvia

      ELENA · 26 Luglio 2022 alle 13:33

      Che bella e reale descrizione dei nostri amati mici….grazie!!

        Silvia · 26 Luglio 2022 alle 14:42

        💙

        Roberta · 28 Luglio 2022 alle 22:11

        Quanto mi ci ritrovo in tutto quello che hai scritto! Io quando sono lontana dai miei amici gatti (sebbene raramente) provo una nostalgia proprio fisica di loro. Adesso il mio micio Elio, il più piccolo, sta cominciando a rispondere alle coccole con le fusa, ed è un rumore delizioso, lui di appena tre mesi ancora piccolino, e le fusa un bel ronfare forte. Impossibile non innamorarsi!

          Silvia · 29 Luglio 2022 alle 10:22

          Che dolce Roberta!!! E’ bellissimo quandi i piccoliu cominciano a fare le fusa mentre li accarezzi… E’ una maia ogni volta. Qui Vik ha iniziato per primo a farsi spupazzare; Obi-Wan ci ha impiegato più tempo,e ora mi cerca, mi guarda, e quando lo prendo fa il gesto di fuggire, ma poi si rilassa e si fa coccolare per lunghi momenti. Ieri si è addormentato mentre era in braccio. Ogni giorno ti stupiscono!!! Un abbraccio grande! 💙 Silvia

Stefania · 26 Luglio 2022 alle 08:57

Silvia hai fatto benissimo,hai fatto una cosa stupenda. Anche io non posso vivere senza di loro,sono esseri bellissimi, eleganti nei movimenti,ma quello che mi piace di loro è che sono spiriti liberi,come lo sono io. Sembra non gli importi niente di te,non è vero loro ti cercano ti chiamano e con le loro fusa mi rilassano. Io ne ho due rossi Leo adottato,Charly, l avevano abbandonato quando all iniziò del covid avevano messo in giro la notizia che gli animali trasmettevano il virus, (vigliacchi)così è rimasto con me. Sono esseri speciali,quando li accarezzi mj fanno sentire tranquillave rilassata. Una casa con un gatto è una casa magica.

    Silvia · 26 Luglio 2022 alle 11:18

    Che meraviglia i rossi!! Ognuno die nostri mici ha un carattere tutto particolare e da scoprire. E accarezzarli come dici tu rilassa tantissimo. Nelle lenostre case magiche. Grazie di cuore per avere condiviso la tua esperienza! Un grande abbraccio.💙 Silvia

Elisa · 26 Luglio 2022 alle 10:04

Da gattofila ti capisco perfettamente! Sono esseri speciali🥰

    Silvia · 26 Luglio 2022 alle 11:17

    💙 Grazie Elisa. Vero. Un abbraccio!! Silvia

Giuliana · 26 Luglio 2022 alle 14:30

Mia figlia con cui convivo ha due gatti ma non c’e’ mai stato feeling tra di noi preferisco i coniglietti e le tartarughe d’acqua che avevo già’ comunque sono contenta per te e’ bello amare qualcuno

    Silvia · 26 Luglio 2022 alle 14:44

    Grazie Giuliana!! Certo il feeling è diverso per tutti, io a mia volta non riesco ad avere grande confidenza con i cani, soprattutto quelli di taglia medio-grande. So che mi fanno paura perchè li conosco poco, e credo che basterebbe frequentarli per capire che sono anime belle anche loro. Ogni animale ha tante cose particolari da darci.💙 Silvia

Alessandra · 26 Luglio 2022 alle 18:40

…ma hanno dei pancini da morsi!!!!!!! Impossibile resistere e soprattutto impossibile stare senza.
Sono un sorriso garantito

    Silvia · 26 Luglio 2022 alle 22:30

    Siiii sono irresistibili!! 😍E davvero la vita è più bella quando ci sono anche loro. 💙💙💙Grazie Ale!! 😘

Federica · 27 Luglio 2022 alle 22:15

E comunque scrivi molto bene 💞

    Silvia · 28 Luglio 2022 alle 08:04

    Grazie Federica! Con ampi margini di miglioramento, direi.😆 Buona giornata. Silvia

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.